Controsoffitto per il comfort ambientale

Il controsoffitto come soluzione per l’isolamento e incremento della qualità estetica

Il controsoffitto è un’opera leggera, planare, che si avvale di un sistema costruttivo a secco. Realizzato in corrispondenza dell’intradosso del solaio che diviene piano di posa, costituisce un sistema di finitura tecnica. Il controsoffitto, oltre che di conosciuta valenza estetica, interviene migliorando le condizioni di benessere e comfort ambientale in termini di isolamento termico e acustico, introducendo un’intercapedine tra soffitto e nuova opera, utilizzata come spazio ispezionabile e sede del sistema impiantistico al servizio dell’edificio.

L’opera completa si avvale di uno strato primario di sostegno che coincide con l’intelaiatura principale, alla quale si connette una struttura secondaria di distribuzione degli elementi che costituiranno il tamponamento finale a chiusura. Tale strato di distribuzione migliora inoltre l’irrigidimento e la trasmissione delle sollecitazioni meccaniche. L’intelaiatura di base può essere direttamente ancorata al soffitto permettendo al complesso, con l’integrazione di opportuni elementi preposti, di assolvere principalmente alla funzione di isolamento termo-acustico e miglioramento estetico dello stesso, oppure appesa con sospensioni all’intradosso del solaio dando vita ad un vero e proprio vano tecnico dedicato al passaggio dell’impianto elettrico, idrico, dei canali di condizionamento e al mascheramento di nervature, struttura del solaio e scarichi. Proprio quest’ultima opportunità ha contribuito al sempre maggior impiego della tecnica nelle realizzazioni più recenti, con un incremento della diffusione grazie a flessibilità, modularità del sistema e rapidità della posa in opera.

Richiedi informazioni
serramenti alluminio damilano cuneo
serramenti alluminio damilano cuneo

Nuova costruzione o ristrutturazione? La soluzione è il controsoffitto Damilano!

Il tamponamento è l’elemento caratterizzante e di distinzione per le tipologie di controsoffitto e insieme ad altezza del vano tecnico influisce sul tipo di struttura a sostegno. Questo terzo elementi infatti viene realizzato in opera oppure mediante l’assemblaggio di elementi modulari prefabbricati e tale scelta determinerà l’ispezionabilità o meno del vano. Una chiusura di tipo continuo, per la sua inamovibilità, è indicata per quei progetti di controsoffittatura nei quali non è richiesto il soddisfacimento di tale requisito, che viene invece efficacemente risolto con tamponamenti in elementi modulari, a costituire una chiusura di tipo discontinuo. In quest’ultimo caso l’integrazione impiantistica è consentita grazie alla creazione di un un volume atto a contenere elementi impiantistici voluminosi, che richiedono accessi per modifiche, integrazioni e manutenzione repentini. Il progetto del controsoffitto deve dunque, in questa circostanza, essere integrato con quello riguardante la distribuzione impiantistica dell’edificio.

In termini di conformazione degli spazi il controsoffitto permette di progettare altezze e volumi nel rispetto dei vincoli strutturali dell’edificio sul quale si interviene, modificando gli ambienti sia a livello fisico che percettivo, e al contempo consente di operare sulla più grande superficie riflettente unitaria: il soffitto. Il controllo delle condizioni acustiche in ambienti di grandi dimensioni è massimo infatti con il contributo di opere di controsoffittatura fonoassorbenti.

Il controsoffitto si prevede generalmente sia in edifici di nuova costruzione sia in interventi di ristrutturazione dimostrandosi particolarmente indicato per attività commerciali e uffici.

Richiedi informazioni

Alcune soluzioni in cartongesso realizzate dalla Damilano Bluid